Rivista di scienze storiche e sociali
Rivista semestrale scientifica fondata nell’anno 2015
ISSN 2421-0269

Contatti

La Rivista

«StoriaLibera» is a Peer Reviewed Journal (v. anche Regolamento).

Gli articoli e i saggi pubblicati su «StoriaLibera» sono sottoposti a controllo di qualità. Questo controllo avviene in due fasi. Innanzitutto con una prima valutazione dei lavori da parte della Direzione e della Redazione. Poi sottoponendo gli articoli a referee cieco: l’idoneità alla pubblicazione si consegue con il parere favorevole di due revisori (referees) scelti tra i membri del Comitato Scientifico o, per consulenze specifiche, tra esperti esterni a detto Comitato. La documentazione resta agli atti.

Agli autori è richiesto di inviare, insieme all’articolo, una breve presentazione della propria attività scientifica e un riassunto (abstract) in italiano e in inglese dell’articolo.

I contenuti degli articoli sono di esclusiva responsabilità degli autori.

Agli autori è richiesto di adattarsi alla metodologia della rivista (indicata sul sito) anche se la redazione si riserva di intervenire per conformare i testi alle norme editoriali prescelte.

Gli autori cedono i propri articoli alla rivista «StoriaLibera» gratuitamente. Anche ogni altro tipo di collaborazione alla rivista è offerta a titolo totalmente volontario e gratuito.

I fascicoli della rivista vengono preparati con cadenza semestrale e vengono diffusi, on line, a gennaio (quale numero invernale) e a luglio (numero estivo). La data di uscita di ciascun numero è riportata nell’ultima pagina del fascicolo.

I testi contenuti nei fascicoli della rivista sono protetti da copyright. La riproduzione, anche parziale, deve essere svolta citando con precisione la fonte.

La rivista è gratuita e liberamente scaricabile in formato pdf.

Direzione e Redazione
Corso Italia, 210 - 80067 Sorrento (Napoli - Italia) c/o Beniamino Di Martino
info@StoriaLibera.it

In base a quanto previsto dall’art. 7 del Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70, “Attuazione della direttiva 2000/31/CE relativa a taluni aspetti giuridici dei servizi della società dell’informazione, in particolare il commercio elettronico nel mercato interno”, la registrazione della testata editoriale telematica presso il Tribunale è obbligatoria esclusivamente per le attività per le quali i prestatori del servizio intendano avvalersi delle provvidenze previste dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62. In caso contrario essa non risulta necessaria.